Cos'è l'Osservatorio

 

Una fotografia aggiornata del nuovo modo di fruire contenuti digitali

 

Alcune Associazioni rappresentanti le aziende che producono e gestiscono contenuti digitali (AIDRO, AIE, UNIVIDEO, FIMI) e CINECITTA’ LUCE hanno costituito nel 2007 l’Osservatorio permanente sui contenuti digitali, che sviluppa e amplia l’Osservatorio sull’editoria digitale realizzato dall’AIE fin dal 1999, allo scopo di avere una fotografia aggiornata sui contenuti digitali disponibili nel mercato italiano e soprattutto monitorare la loro fruizione e rilevare le evoluzioni.

Già nel 2008 PMI e ANICA si sono aggiunti ai fondatori e quindi, nel 2010, con l’estensione dell’analisi anche ad altri settori dell’industria culturale come i videogiochi, la produzione televisiva, lo spettacolo dal vivo e l’editoria specializzata, il progetto dell’Osservatorio è stato sposato da Confindustria Cultura Italia, la Federazione Italiana dell’Industria Culturale.

Il progetto è dalle origini sviluppato in collaborazione con Nielsen Italia. Anche nel 2010 presenta un’indagine focalizzata sulle abitudini e le caratteristiche dei consumatori di contenuti digitali, in grado di far emergere i molti e differenti aspetti che modificano il consumo dei contenuti e le leve che permettono di accedervi e di fruirne in modo sempre più rapido, mirato ed evoluto. La metodologia dello studio 2010 è quella di un’indagine quantitativa, che permette la misurazione puntuale di tutti i fenomeni, anche di quelli a bassa penetrazione, grazie all’ampiezza campionaria.

Guardare un film, ascoltare una canzone, leggere un libro: gesti apparentemente consolidati e di routine sino a poco tempo fa. La realtà di oggi invece è radicalmente diversa: lo sviluppo delle tecnologie digitali ha infatti consentito, tanto alle nuove generazioni quanto alle precedenti, di reperire contenuti di ogni tipo attraverso strumenti digitali differenti e soprattutto, di poterlo fare in qualsiasi luogo e in qualunque momento. E’ cambiata quindi la domanda del consumatore, non solo per il modo di accedere ai contenuti culturali e di intrattenimento, ma anche nell’attività di ricerca e nella fruizione stessa.

Attraverso i risultati dell’Osservatorio, Confindustria Cultura Italia, insieme a Cinecittà Luce, vuole proporre una fotografia aggiornata di questa nuova realtà e portare il proprio diversificato punto di vista sui fenomeni osservati.